Geomatic Blog

Attività di acquisizione di dati spaziali tramite dispositivi mobili


Recentemente la potenza e l’efficacia dei Web-GIS è aumentata sempre più con la diffusione dei dispositivi mobili dotati di GPS (smartphone e tablet) in grado di supportare applicazioni (app) che acquiscono in tempo reale dati geografici in formato vettoriale. Il Laboratorio di Geomatica del DISAT sta lavorando a nuovi progetti di raccolta di dati spaziali sul campo mediante l'uso di dispositivi mobili appoggiandosi alle tecnologie sviluppate da ESRI.

Partendo dalla creazione di geodatabase enterprise ospitati su un server si è arrivati alla pubblicazione e condivisione sul web di mappe create mediante la piattaforma ArcGIS Online. Grazie al software Arcgis Server le mappe sono in grado di comunicare direttamente con i geodatabase: in questo modo qualunque dato acquisito viene automaticamente visualizzato sulla mappa e archiviato nel geodatabase. L’utilizzo della app ESRI Collector installata su dispositivi mobili rende infine possibile l’acquisizione dei dati da parte di diversi operatori simultaneamente e direttamente sul campo.

Lo schema concettuale del funzionamento dell’intero sistema di acquisizione di dati è basato sui seguenti step:

WDBPALEO 1.0: database per la raccolta di dati paleo-climatologici


Atti 17a Conferenza Nazionale ASITA - Riva del Garda 5-7 novembre 2013

Filippo Locci (*), Francesco Dessì (*), Mattia De Amicis (**), Ivan Frigerio (**), Daniele Strigaro (**), ElisaVuillermoz (***), Maria Teresa Melis (*, ***)

(*) Lab. TeleGIS, Università di Cagliari, Via Trentino 51, 09027 Cagliari
tel. +39 070 6757788 fax +39070282236 telegis@unica.it
(**) Lab. di Geomatica, Università di Milano Bicocca, Piazza della Scienza 1, 20126 Milano
tel. +39 02 644 82 854, mattia.deamicis@unimib.it
(***) Comitato EvK2 -CNR Via San Bernardino, 145 24126 Bergamo, Italy

 

ASITA 2013, Riva del Garda

XVII Conferenza Nazionale ASITA 2013, Riva del Garda 5-7 novembre

In occasione della conferenza, presenteremo nella 4 sessione (applicazioni ed esperienze di database spaziali, topografici e GIS) i risultati di un lavoro svolto in collaborazione con il gruppo di Remote Sensing & GIS dell'Università di Cagliari. Il lavoro ha previsto la costruzione di un datatabase geospaziale open-source in grado di archiviare i risultati prodotti dalla caratterizzazione chimico-fisica di carote di ghiaccio estratta da ghiacciai non polari. Di seguito l'abstract:

 

Abstract

Pubblications

A Proposal for a Geospatial Database to Support Emergency Management

ABSTRACT

The basic procedure of the Italian Civil Protection Department aims at reducing disaster losses by giving prominence to a proactive strategy, focusing on prevision and prevention of hazard events rather than postdisater activities. Italian law commits municipalities to produce Emergency Plans that include risk scenarios as well as all data required for emergency management, such as structures, infrastructures and human resources. However the law in the matter of Civil Protection does not supply information about how to produce and archive necessary data for emergency planning and management. For this reason, we propose a standard methodology to create a geodatabase using GIS software, to collect all data that could be used by municipalities to create Emergency Plans. The resulting geodatabase provides a tool for hazard mitigation planning, allowing not only the identification of areas at risk, but also the structures, infrastructures and resources needed to overcome a crisis, thus improving all strategies of risk reduction and the resilience of the system [1].

Read more

Download PDF

A model for shallow landslide susceptibility - R.SHALSTAB

This model allows to apply the algorithm developed by Montgomery and Dietrich (1994) in GRASS GIS. According to these authors, the SHALSTAB model predicts the critical rainfall necessary for slope failure throughout a study area (Montgomery and Dietrich, 1994).

Requested input and output.

The command requires some input:

  • DEM a digital terrain model of the study area;
  • Raster map or single value for soil cohesion (N/m^2);
  • Raster map or single value for soil friction angle (°);
  • Raster map or single value for soil density (kg/m^3);
  • Raster map or single value for vertical thickness of soil (m);
  • Raster map or single value for hydraulic conductivity k (m/h);
  • Raster map or single value for root cohesion (N/m^2); (default = 0)
  • Raster map or single value for wet soil density (kg/m^3). (default = 2100)

The output are:

  • a landslide susceptibility map (value range from 1 to 7):
    • 1 Unconditionally Unstable
    • 2 (0-50 mm/day)
    • 3 (0-100 mm/day)
    • 4 (100-200 mm/day)
    • 5 (200-400 mm/day)
    • 6 (400-1000 mm/day)
    • 7 Stable
  • a map for of critical rainfall map (mm/day)

The predictive index of this model (stability index) is expressed in mm day−1 of critical rain and is variable on a scale of values, where lower values indicate a greater propensity for instability and higher values indicate a greater propensity for stability.

AUTHORS

Andrea Filipello, University of Turin, Italy

Daniele Strigaro, University of Milan - Bicocca, Italy

Presentazione del laboratorio EuroCOLD - European Cold Laboratory Facilities

Mercoledì 15 maggio 2013, ore 11.00

Edificio U2, Aula 7, Piazza della Scienza 3, Milano

Ricercatori all'interno del laboratorio EuroCOLD

EuroCOLD (European Cold Laboratory Facilities) è uno tra i più grandi e moderni laboratori ad atmosfera controllata con temperature fino a -50C°, per la conservazione e lo studio del ghiaccio proveniente dai più importanti siti dei programmi internazionali di ricerca sul clima dall’Antartide alla Groenlandia alle Alpi.

Il laboratorio, realizzato dall’Università di Milano-Bicocca e dal Dipartimento di Scienze dell'Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra, è coordinato da Valter Maggi, professore associato di climatologia dell’Università di Milano-Bicocca e responsabile italiano del progetto EPICA (European project for ice coring in Antarctica).

 

Programma

  • ore 11.00: accredito
  • ore 11.30: saluti di Marcello Fontanesi, rettore dell’Università di Milano-Bicocca
  • ore 11.40: saluti di Marco Orlandi, direttore del Dipartimento di Scienze dell'Ambiente e del Territorio e Scienze della Terra (DISAT)
  • ore 11.40: presentazione del Laboratorio EuroCOLD a cura di Valter Maggi, professore associato e responsabile del laboratorio
  • ore 14.30 - 16.30 circa: Convegno scientifico (programma a cura del prof. Maggi)
    Il convegno si terrà presso l'Aula Marchetti, edificio U1

brochure

GIT - Geology and Information Tecnology

 
8a Riunione del Gruppo di Geologia informatica Sezione della Società Geologica Italiana
 
Valchiavenna (So), 17 - 19 giugno 2013